Unghie sane e forti: consigli e rimedi

Mantenere le unghie sane, forti ma anche belle è un principio che deve preservare la sua importanza. Lo stato delle unghie infatti è fortemente indicativo di quello che è lo stato di salute del corpo, nonchè del grado di attenzione che si presta al proprio corpo durante il giorno. Se le unghie sono fragili, tendono a spezzarsi facilmente o mostrano segnetti bianchi, significa che il corpo presenta delle carenze; manca il ferro, il rame o lo zinco. Inoltre le unghie sono anche un campanello d’allarme per eventuali altri disturbi, tra cui difficoltà respiratorie o circolatorie, evidenziate dal fatto che le unghie cambiano colorazione. Per questo motivo, nella beauty routine quotidiana non può non rientrare anche un trattamento per la cura delle unghie, le quali con semplici accorgimenti possono mostrarsi belle e sane. Ecco quindi una serie di consigli e rimedi validi per avere delle unghie sane e forti.

 

 

Proteggere le unghie

Le unghie sono piuttosto fragili, data l’esposizione ai piccoli danni che si possono avere dall’uso delle mani: piccoli traumi, sbucciature ecc. Pochi sanno però, che questi inconvenienti, seppur di poco conto, possono aprire le porte a batteri e funghi di varia natura, i quali possono insediarsi più facilmente laddove c’è una ferita. Per questo motivo la cosa migliore da fare è proteggere le unghie applicando dei prodotti appositi per ottenere i risultati sperati. Creme idratanti e nutrienti, hanno sia l’effetto antibatterico, sia quello protettivo in generale, andando a creare una sorta di barriera che protegge l’unghia da agenti esterni.

 

Unghie spezzate

Si sa che con le mani si toccano continuamente oggetti durante la giornata. Per questo motivo è importante tenere a mente che le unghie possono anche spezzarsi. Solitamente questo aspetto riguarda l’estremità dell’unghia stessa; cosa si fa in questi casi? Si può correre ai ripari limando l’unghia e restituendole una forma. La limatura va fatta con una lima possibilmente di cartone; no alle lime in ferro, in quanto a lungo andare, risultano troppo aggressive per l’unghia danneggiata. Tuttavia può capitare anche che la frattura riguardi altre parti dell’unghia, come la radice. In quel caso la lima non serve; si può agire solo aiutando l’unghia a ricrescere sana. Qui sono consigliabili i rimedi di un tempo, come gli impacchi con l’olio d’oliva, ma i prodotti specifici sono altrettanto efficaci.

 

Occhio alle cuticole

Nella protezione corretta delle unghie, rientrano anche le cuticole, quello strato sottile di rivestimento, tra l’unghia e il dito. Uno strato che sovente subisce danni, come la famosa formazione delle pellicine. C’è il brutto vizio di mangiarle o di strapparle via, ma in realtà questo sottile strato di pelle costituisce un’ulteriore protezione per l’unghia e per questo andrebbe salvaguardato. Qui infatti, i batteri non aspettano altro che insediarsi in una delle aperture create dalle pellicine strappate; quindi è bene prendersene cura e ripristinare questa sorta di barriera. Anche per questa specifica parte esistono dei prodotti, come per esempio l’olio per unghie, dai molti utilizzi, ma specifico per questo scopo.

 

Curare le mani

Tante abitudini di uso comune possono creare quei piccoli danni, e spesso le si pratica senza badarci troppo. Basti pensare ad esempio all‘utilizzo dei detersivi; questi a lungo andare intaccano la struttura delle unghie stesse, rendendole fragili e porose. Qui la barriere che serve è sicuramente il guanto in lattice, mentre per le pulizie che non prevedono contatto con l’acqua, si può optare per guanti in cotone, in modo da permettere la traspirazione della pelle. Infine, sempre in riferimento alle unghie, è bene sfatare il mito secondo cui lo smalto fa male alle unghie. In realtà, la pellicola di vernice colorata o trasparente dello smalto, aiuta a proteggere e rinforzare le unghie, specie quelle più fragili.

Ti consigliamo anche